Articoli di

Gian Turci






Elenco Articoli di Gian Turci


UN BEL DISCORSO (andato in fumo) | Gian Turci
Articolo Pubblicato:

Nel quinto anniversario della legge "sirchiana" nazisalutista sul divieto di fumo in Italia, ed a un anno dalla Prima Conferenza Mondiale Contro la Proibizione: "Divieti di Fumo e Menzogne" - fortemente voluta da Gian Turci -, Lucio Marinelli ha tradotto, per gli amici italiani, il discorso di apertura di Gian nella Sala delle Conferenze del Silken Hotel di Bruxelles 

1st World Conference Against Prohibition: "Smoking Bans and Lies"
Brussels at the Silken Hotel, 27/28 January, 2009





Cos'è la scienza rottame? | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 01/01/2000
Il termine "scienza rottame" viene dall’inglese "Junk Science". Questo termine è stato coniato da Steven Milloy, un analista americano famoso per la sua dedizione alla demolizione di studi inutili, fasulli e tendenziosi.




Bisogna dire che il fumo fa male | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 26/11/1999
Il mondo anglosassone sembra essere impazzito con allarmi sulla salute che si succedono con ritmo più che giornaliero; fortunatamente, l’Italia sembra restare nei limiti della sanità mentale invece di sconfinare nella pazzia.




Legge Veronesi: la frode del fumo passivo e' arrivata anche in italia | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 08/07/2000
Ecco, ci siamo: l'infezione antifumo è approdata anche in Italia. Noi fumatori siamo ufficialmente degli appestati senza riguardo per il prossimo, e ci meritiamo quindi di essere cacciati fuori da tutti il locali. Poco importa se paghiamo migliaia di miliardi allo Stato, perché gente intellettualmente disonesta tuona che il fumo passivo provoca il cancro polmonare.




Rapina a mano armata | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 27/07/2000
E’ interessante osservare come i media italiani, sempre così attenti a riportare tutto quanto condanna il tabacco, i suoi produttori e i suoi consumatori, stiano completamente ignorando i titoli di quasi tutti i maggiori giornali statunitensi circa la sentenza record della Florida.




Contrabbandieri, non rubate! il governo odia la concorrenza | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 01/08/2000
Può sembrare un titolo scherzoso ma non lo è. Se si considera che la Philip Morris fa circa 600 lire su un pacchetto di Marlboro e lo Stato ne fa sei volte tanto, c'è poco da scherzare. C'è una grossa differenza tra prelevare una percentuale frazionaria da un bene per fini sociali ed imporre un versamento pari a cinque o sei volte il valore del bene stesso. Il primo caso si chiama tassa, il secondo furto. Ma, secondo i salutisti, rubare denaro dalle tasche della gente è morale se giustificato dall'intento di cambiare le abitudini dei cittadini nella direzione voluta.




OMS: asinus asinum fricat | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 03/08/2000
Se non avete voglia di leggere un articolo da arrabbiati, fermatevi qui. E’ difficile, infatti, per una persona informata non diventare furioso quando si sentono certe notizie.




Te la do io la pillola antifumo! Media e governo promuovono farmaci tossici per malati che non esistono | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 20/09/2000
Lasciate che mi accenda una sigaretta per calmarmi un poco... Perché mi sono acceso una sigaretta? Perché ho letto un articolo (Venerdì 15 Settembre, pagina 5) del Secolo XIX di Genova sul fumo passivo e l’asma dei bambini. L’articolo, che parlava di uno “studio” dell’ospedale pediatrico Gaslini, riportava pari pari le solite balle che sentiamo ogni giorno sul fumo passivo.




"Preoccupazioni" in Inghilterra per gli effetti collaterali della pillola antifumo: ondata di convulsioni | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 23/10/2000
Non è forse strano che i cani abbaino tutti allo stesso tempo, senza apparente motivo e anche se c'è molta distanza tra loro? Come sanno quando abbaiare tutti assieme?




Terzo Reich: il salutismo al potere | Gian Turci
Articolo Pubblicato: 26/10/2000
"La stampa popolare dovrà contenere avvertimenti contro i pericoli del fumo. La ricerca scientifica sugli effetti del fumo sulla salute va di pari passo con l'estesa promozione di attività salutari volte a ridurre la prevalenza dell'abitudine." "Mezzi pubblici, ambienti di lavoro ed edifici pubblici diventano gli obiettivi delle campagne per la riduzione del fumo. E' vietato fumare sul lavoro ed in edifici pubblici, inclusi quelli governativi, e negli ospedali, incluse le case di riposo. E' fatto divieto ai produttori di tabacco di fare pubblicità al loro prodotto, e di rappresentare il fumo come segno di distinzione." Suona familiare?... Dovrebbe. Sono queste le nuove direttive del Ministero della Sanità italiano, oppure di quello americano? No. Queste sono le direttive sanitarie imposte dal partito Nazionalsocialista al popolo tedesco nel 1937.





 Successivi 10 >>


Sono visualizzati da 1 a 10 di 35 risultati.