Ritorno alla pagina principale di FORCES Italiana
Home

La scorrettezza politica dell'onestà intellettuale

Organizzazione internazionale - Codice Fiscale 95063070106

  >>>>  Invia questa pagina a un amico

The Evidence

L'archivio scientifico che scardina 50 anni di superstizioni sul fumo



Ritorno alla pagina principale di FORCES Italiana
Home

Le rubriche

GIÙ LE MANI DAL CORPO DELLE DONNE

Informazioni su FORCES

Maledetti ciccioni parassiti sociali
Poveri caffeinomani ora vi curiamo
Porci bevitori siete i prossimi
Incensatori e profumatori assassini, ecco il vostro turno
La frode del fumo passivo
Uccidiamoli per il loro bene
Scienza rottame
Scienza scorrettissima
Abusi contro i fumatori
La posta di FORCES
Umorismo
Il muro del silenzio
Vietato parlarne: vittorie del tabacco
Quanti sono 'sti morti??
Lo sapevate che...?
Eventi quà e là
IPSE DIXIT: citazioni
Porno Health Canada
Coppa scienza rottame

I servizi speciali

La guerra della nicotina
Di Wanda Hamilton
Multinazionali farmaceutiche: Governi in tasca, salutismo in vendita
La truffa del fumo passivo - Corso rapido per principianti
 

25 Settembre 2004 - Questo slogan, ormai passato di moda, era una bandiera femminista negli anni 70. A chi ci si riferiva con questo? Al mondo maschile, alla medicina istituzionale, ai tristemente famosi “cucchiai d’oro”, le più anziane rabbrividiscono sentendo questo nome, chi erano? Erano i ginecologi che praticavano gli aborti clandestini, arricchendosi smisuratamente sulla vita delle donne più sprovvedute. Alla fine degli anni ’70 la discussa legge 194, che ha legalizzato l’aborto, ha posto fine a questo sfruttamento delle donne.  I ginecologi  hanno dovuto inventarsi altre scappatoie per mantenere i loro portafogli pieni, si sono inventati la prevenzione dei tumori dell’apparato genitale femminile che si è tradotto in una serie di esami stressanti e costosi per l’equilibrio psichico della donna, giocando col termine “prevenzione” anziché usare il termine esatto “diagnosi precoce”, continuando così a  truffare le donne più sprovvedute.

Il vero business degli ultimi anni, in Italia, è stata la terapia ormonale sostitutiva. Sostitutiva di cosa? Sostitutiva della giovinezza che si fugge tuttavia e ci lascia, noi donne, in preda alle depressioni, alla decalcificazione ossea, alle scalmane (in dialetto bolognese) o vampate di calore improvvise (in italiano), ma soprattutto ci consegna in mano al nostro più temuto nemico: LE RUGHE!!!!! Si la menopausa, condizione naturale che segna la fine del periodo fecondo della donna, condizione comune a tutte le donne sulla cinquantina, condizione definita nel 1966 dal ginecologo newyorkese Robin Wilson “una tragedia che distrugge la salute e il carattere”.

Come nasce un business? Nasce trasformando una naturale fase della vita in un catastrofico evento, inaccettabile per ogni donna che si voglia considerare ancora tale. Ecco pronte le case farmaceutiche a produrre tonnellate di ormoni, ricavandoli dal  piscio delle cavalle gravide, per somministrarli alle donne che non vogliono piegarsi all’inclemenza della natura e del tempo.

Intanto in Italia i reparti maternità, ormai sprovvisti di puerpere, i consultori famigliari ed ogni gabinetto ginecologico che si rispetti, diventano centri per la prevenzione degli effetti collaterali della menopausa. Tradotto in italiano (lingua esatta) diventano centri di distribuzione di piscio di cavalla gravida, da somministrare ad ogni donna in preda alle scalmane, per prevenire il naturale processo d’invecchiamento al quale va incontro ogni essere vivente dal momento in cui nasce. Purtroppo il piscio di cavalla gravida non è un rimedio miracoloso, la Repubblica delle Donne dell’11 settembre 2004 riporta a caratteri cubitali “Gli ormoni sono pericolosi. Lo dicono i più importanti studi USA e ora l’ammette anche l’OMS”.

Le donne ringraziano chi le ha sottoposte a trattamenti di eterna giovinezza che hanno loro regalato cose di questo genere: “La Tos aumenta il rischio di cancro al seno, all’endometrio e alle ovaie … aumenta il rischio di infarto, di tromboembolismo venoso … non serve neanche a migliorare le funzioni cognitive degli anziani; anzi può persino aumentare il rischio di demenza”. Volevate alleviare il disagio delle scalmane? Ecco servito un bel cancro al seno. Prevenire le rughe? Eccovi accontentate con un bel cancro all’endometrio. Gli sbalzi d’umore? Curati col tromboembolismo venoso.

Il piscio delle cavalle gravide non è più materiale prezioso per le case farmaceutiche. Verranno obbligate le cavalle gravide ad urinare in apposite vasche di decantazione degli ormoni. Il piscio disormonato verrà usato per i trattamenti azotati dei terreni agricoli: il piscio che non ci berremo con le acque di falda ci arriverà sulla tavola sotto forma di ortaggi, cereali, legumi, ecc… 

Le nostre nonne e le nostre mamme sono sopravvissute alla menopausa usando accorgimenti semplici: un bel ventaglio (che fa tanto signora elegante) sempre nella borsetta per fronteggiare le scalmane, un vasetto di pillole di valeriana per calmare eventuali crisi d’ansia. Noi faremo altrettanto, aggiungeremo al corredo una bella pistola col colpo in canna da usare in ogni caso sia necessario difendersi dai nazionalsalutisti che cercano di violare il nostro corpo.

Affettuosamente,

Zia Maria

 
Chi siamo
Il Comitato d'Onore
Domande frequenti (FAQ)
La piattaforma politica
Aiutaci a lottare
Sedi locali e siti affiliati

MOTORE DI RICERCA INTERNO

Abbonamenti e contatti

Contattaci
Diventa socio
Abbonamento FORCES/Enclave
Come sarà speso il tuo denaro
Clicca qui per ricevere
la newsletter gratuita
Materiali promozionali

Gli opinionisti

Alberto Mingardi
Carlo Stagnaro
Hugh High
Pierre Lemieux
Gian Turci
Il tabacchino - T. Rea
Antonio Nicoletta

Le librerie

La libreria Italiana
La libreria internazionale

Archivi e altro

Archivio edizioni
Links
Rassegna stampa