Clicca qui per tornare alla home page di FORCES Italiana La scorrettezza politica dell'onestà intellettuale 
Organizzazione internazionale - Codice Fiscale 95063070106
Non è il compito dello stato libero e democratico cambiare o condizionare il comportamento dei cittadini che, in tale regime, sono lo stato. Tale invece è il compito dello stato totalitario - in qualsiasi guisa si manifesti - perché esso ha sempre considerato il popolo immaturo per la libertà e l'autodeterminazione - e per la creatività, tolleranza e diversità che derivano da esse.
 
The Evidence

L'archivio scientifico che scardina 50 anni di superstizioni sul fumo


 
 
Le rubriche


L'ANGOLO DI ANTONIO NICOLETTA


Informazioni su FORCES
Chi siamo
Vietato fumare Vietato entrare:
Elenco dei locali che rispettano il diritto
Maledetti ciccioni parassiti sociali
Porci bevitori siete i prossimi
Poveri caffeinomani, ora vi curiamo
Incensatori e profumatori assassini, ecco il vostro turno
La frode del fumo passivo
Uccidiamoli per il loro bene
Scienza rottame
Scienza scorrettissima
Abusi contro i fumatori
La posta di FORCES
Umorismo
Il muro del silenzio
Vietato parlarne: vittorie del tabacco
Quanti sono 'sti morti??
Lo sapevate che...?
Eventi quà e là
IPSE DIXIT: citazioni
Porno Health Canada
Coppa scienza rottame
I servizi speciali
La guerra della nicotina
Di Wanda Hamilton
Multinazionali farmaceutiche: Governi in tasca, salutismo in vendita
La truffa del fumo passivo - Corso rapido per principianti

Attivismo

COMPRA L'INNO DELLA LOTTA AL SALUTISMO
Sostieni FORCES acquistando questa bellissima canzone per soli $0,99!

I treni appartengono anche a chi fuma, e fumare sul treno nel proprio vagone non da fastidio a nessuno!
Boicotta i treni, causa danno!

 

Chimico e letterato, il dott. Nicoletta ha una vastissima gamma di interessi che vanno dalla scienza alla storia alla politica; dall'araldica alle truffe salutiste e ambientaliste. Le sue opinioni ed articoli sono stati pubblicati da un vasto numero di media locali e nazionali. Clicca qui per il suo notabile curriculum.


NON SI FUMA IN PALCOSCENICO - ...La lezione che si evince da questo episodio, è che dopo cinquecento anni che si fuma di tutto e di più, solo negli ultimi anni, in una “moda” importata dall’america, a seguito sembra di una guerra fra multinazionali farmaceutiche e di produttori di sigarette, avvallata dall’assurda concezione del “fumo passivo”, si sono armati gli igienisti duri e puri, che dopo un certo numero di sceneggiate con estintori e maschere antigas eseguite a ridosso dell’emanazione della legge stessa, ora non sopportano nemmeno l’odore di un sigaro fumato per esigenze di copione. (a proposito Sebastiano non fuma, come non fuma neanche chi scrive).

TERRORISMO ECOLOGICO - La pubblicazione che nel 1972 fu sponsorizzata dal Club di Roma sotto il titolo «I limiti dello sviluppo», e tradotta in venti lingue e che è “madre di tutti i terrorismi” (e di tutte le fandonie, aggiungerei) riporta alcune deduzioni, o previsioni di cui voglio ricordare le seguenti:  l’oro sarebbe finito entro il 1981, lo zinco entro il 1990, il petrolio entro il 1992, il piombo, il rame e il metano entro il 1993.

LA STELE DI GIULIANI - Mi meraviglia la meraviglia espressa da taluni lettori di fronte alla decisione del consiglio comunale di Genova (benché presa a maggioranza risicata – 23 si, 20 no e 1 astenuto) di esaltare e santificare il “sacrificio” del dimostrante Giuliani, vittima delle bieche, fasciste, cilene forze dell’ordine, mentre a viso coperto, dotato di nastro adesivo presumibilmente usato per confezionare bombe molotov e con un estintore in mano, era all’attacco di una camionetta di carabinieri assieme a tanti altri candidati linciatori...

TBC E FUMO - ... E molti segnali più incisivi e reali che non quelli dei danni derivati dal fumo vengono ignorati, o almeno non vengono diffusi al grande pubblico, non certamente per il timore di creare ansie, ma forse perché non danno ritorno di immagine come altri.

Parlo della notizia, colta su un quotidiano nazionale, dell’aumento dei casi di TBC nei Paesi d’Europa e del progredire della resistenza di questa malattia ai farmaci finora in uso.

RUMORE PASSIVO - Non sono per i divieti e le costrizioni, specialmente in quella materia dove la convivenza può essere regolata dalla buona educazione. Ma se ci si muove in difesa della salute, non facciamo figli e figliastri: si tolleri tutto o ci si difenda da tutto quello che è nocivo; ma ce lo si dimostri e non si faccia un totem delle proprie ubbie.

VOGLIO RACCONTARE UNA STORIELLA CHE HO SENTITO IN SICILIA... - Ci stiamo avviando verso un periodo buio di divieti e limitazioni che, cominciando con alibi e pretesti sulla volontà di tutelare la nostra salute, alla fine potrebbero risultare in test diretti a valutare il nostro spirito di adattamento e di sottomissione.

OGM
- Il professor Umberto Veronesi, presidente dell'omonima Fondazione e direttore scientifico dell'Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano, ha lanciato il primo documento sul tema «Sicurezza alimentare e Ogm». Una sorta di 'manifesto anti-fobia' redatto da 19 società scientifiche italiane in rappresentanza di 10 mila ricercatori e concepito dopo un meeting convocato il 5 maggio scorso a Bologna dalla Società italiana di tossicologia (Sitox). ... Ed è una cosa strana da parte degli ambientalisti fare riferimento al Prof. Veronesi come al nume tutelare dell’igiene e della salute pubblica quando si scaglia con ayatollatica veemenza contro il fumo, di cui si potrebbero dire con scientifica certezza le cose che dice a proposito degli OGM, ed al contrario demonizzarlo come il difensore dei distruttori della civiltà, il cavallo di Troia utilizzato dalle multinazionali della morte per introdurre nelle cittadelle dell’umanità assediata i virus modificanti, i cancri lecitamente esportati, i veleni dei corpi e delle menti.

GUARESCHI E LE DIETE
- "Parlano di costi sociali da ridurre: nessuno pensa però che assieme al costo che paga l’oggetto di queste attenzioni in termini di sofferenze psicologiche, di traumi, depressioni, condizionamenti, gli vengono aggiunti i costi di psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, dietisti, pillole per dimagrire, corpetti e tute dimagranti, apparecchi stimolanti, palestre, beauty farms, prodotti dietetici quali barrette e beveroni venduti a prezzi esorbitanti, per un’impresa a dir poco impossibile, così riassunta da un noto comico...“

CUI PRODEST? - Se la madre degli imbecilli è sempre incinta, quella dei faziosi e degli intolleranti figlia sempre, anche se alle volte, in seguito a gravidanze isteriche, dà alla luce, (si fa per dire), solo aria ed aria inquinata. ... Ho avuto notizie invece dei risultati ultimi degli studi effettuati dall’O.M.S. che danno per del tutto inesistenti i danni provocati dal fumo passivo.  Ed allora come la mettiamo con il komeinismo di Sirchia e Veronesi, che con i loro diktat e divieti hanno dato la stura a quanto più c’è di intollerante nell’animo di alcuni figli di quelle mamme di cui sopra?

INQUINAMENTO - Ogni tanto compaiono sui giornali o in televisione nuove icone del bello, del santo, del giusto, non rivolte all’azione, ma all’infinita discussione di temi politicamente corretti, quali pace e difesa dai grandi inquinatori. E tanto più ne discutono quanto meno ne sanno, come per il calcio, per esempio. Attualmente è molto in voga predicare e spingere in direzione dell’adozione universale delle macchine ad idrogeno...

NON E' SOLO IL FUMO LA CAUSA DI TUTTI I MALI - Adesso siamo arrivati alla delazione. La lettera di un lettore che denunzia che all’ospedale Niguarda di Milano, si fuma nei corridoi, è caratterizzata da uno spirito persecutorio degno di miglior causa. Ed il fatto che più impressiona è proprio questo: l’atteggiamento inquisitorio e poliziesco che assume certa gente appena vede un fumatore e che è certamente frutto di un’informazione serrata ininterrotta ed a parer mio non completamente corretta.

Rifacendomi per esempio al fumo passivo, mi ricordo che da bambino, quando il cinema costituiva il più diffuso passatempo, si passavano ore (mi ricordo di aver più volte visto pellicole per tre volte di seguito per un totale di almeno sei ore) immersi in cortine di fumo che altro che nebbia in Val Padana. A questo punto quelli della mia generazione sopravvissuti dovrebbero contarsi sulle dita.

A VOLTE RITORNANO... -  Il settimanale “Panorama” del 7/9/2000, a firma Claudio Lavanga, pubblicò un articolo titolato “Effetto serra: un’iniziativa inglese. Mucche a dieta per ricucire l’ozonoEmettono troppo metano, ma cambiando alimentazione….

Riportiamo, tanto per sapere di cosa si parla, alcune righe: “Contro il buco dell'ozono e l'effetto serra si è fatto di tutto; i clorofluorocarburi sono stati messi al bando, si è aperta la caccia a forme alternative di energia e le auto sono state dotate di marmitta catalitica. Nessuno, però, aveva ancora pensato a intervenire su mucche e pecore: secondo recenti studi, infatti, l'alito e le flatulenze del bestiame producono un quarto delle emissioni globali di metano, uno dei gas responsabili del surriscaldamento terrestre. «Il 25 per cento del metano emesso in Europa deriva dall'agricoltura, soprattutto dai ruminanti che ne buttano fuori dosi massicce» sostiene Jamie Newbold, del Rowett institute di Aberdeen. Un problema che il ricercatore scozzese conta di risolvere correggendo la dieta degli animali. «Aggiungendo il batterio Brevibacillus parabrevis alla dieta del bestiame» dice Newbold «siamo in grado di convertire il metano prodotto nel rumine, dove avviene la digestione, in anidride carbonica». Che è 21 volte meno dannosa del metano. ...


La costituzione di FORCES International
Il Comitato d'Onore
Domande frequenti (FAQ)
La piattaforma politica
Aiutaci a lottare
Sedi locali e siti affiliati
Statistiche del  sito
Vuoi fare pubblicità su FORCES? Clicca qui
MOTORE DI RICERCA INTERNO
Abbonamenti e contatti
Contattaci
Dona o diventa socio
Abbonamento FORCES/Enclave
Come sarà speso il tuo denaro
Clicca qui per ricevere
la newsletter gratuita
Materiali promozionali
Gli opinionisti
Miguel Angel Garcia
Dante
Alberto Mingardi
Carlo Stagnaro
Hugh High
Pierre Lemieux
Gian Turci
Il tabacchino - T. Rea
L'angolo di Zia Maria
Antonio Nicoletta

L'angolo del medico

Elio F. Gagliano

Le librerie
La libreria Italiana
La libreria internazionale
Archivi e altro
Archivio edizioni
Links
Rassegna stampa