Ritorno alla pagina principale di FORCES Italiana
Home

DONA A FORCES E DIFENDI I TUOI INTERESSI CONTRO PROIBIZIONISMO E TRUFFE STATISTICHE. ABBIAMO BISOGNO DI TE!!

The Evidence

L'archivio scientifico che scardina 50 anni di superstizioni sul fumo



Ritorno alla pagina principale di FORCES Italiana
Home

Le rubriche

Fumo passivo: quando la scienza rottame diventa legge

Informazioni su FORCES

Maledetti ciccioni parassiti sociali
Poveri caffeinomani ora vi curiamo
Porci bevitori siete i prossimi
Incensatori e profumatori assassini, ecco il vostro turno
La frode del fumo passivo
Uccidiamoli per il loro bene
Scienza rottame
Scienza scorrettissima
Abusi contro i fumatori
La posta di FORCES
Umorismo
Il muro del silenzio
Vietato parlarne: vittorie del tabacco
Quanti sono 'sti morti??
Lo sapevate che...?
Eventi quà e là
IPSE DIXIT: citazioni
Porno Health Canada
Coppa scienza rottame

I servizi speciali

La guerra della nicotina
Di Wanda Hamilton
Multinazionali farmaceutiche: Governi in tasca, salutismo in vendita
La truffa del fumo passivo - Corso rapido per principianti
 
 
 
 
 
 
 
 

Noi sappiamo che la campagna contro il fumo è basata su emozioni e non su ragione. Per passata esperienza internazionale, sappiamo anche che mettere evidenza, non importa quanto inconfutabile, davanti a coloro che hanno già deciso di proibire un diritto personale come fumare in pubblico o in privato è un futile sforzo perché hanno già dichiarato guerra al fumatore.

Ma i fatti sono fatti: non esiste pericolo nel fumo passivo, ed i pericoli del fumo attivo sono immensamente esagerati. La mortalità del "tabagismo" è un'elaborazione statistica senza alcun corrispettivo nella realtà. I "costi sociali e sanitari" dei fumatori sono una frodeEsiste una montagna di prove che lo dimostra. Se il proibizionismo deve trionfare, che almeno trionfi per quello che realmente è: l'uso di forza superiore da parte dello statalismo, del bigottismo e dell'intolleranza, ma NON il trionfo dell'oppressione giustificata da falsa informazione.

In questa sezione ricapitoliamo l'informazione più importante sul fumo passivo nelle varie sezioni di FORCES Italiana come convenienza per i nostri lettori a scopo di facile consultazione.
 

... E questa la chiamano "scienza" - AIRC/OMS: il questionario della vergogna - Ecco cosa c'è alla base della "tutela della salute dei non fumatori". Lista completa (2005) scaricabile degli studi sul fumo passivo, inclusi autori, pubblicazione, rischio medio e finanziamenti. Dove sono quelli pagati/"falsificati" dalle multinazionali?... Smettiamola di prendere gli italiani per i fondelli!
La lunga lista degli errori metodologici della scienza rottame sul fumo passivo Fumo passivo: ecco la lista aggiornata al 2005 di tutti gli studi. Risultato: nessun pericolo
 
IN ITALIANO
Studio rottame numero due: L'ISTITUTO TUMORI AFFERMA CHE IL FUMO PASSIVO INQUINA PIU' DEL DIESEL? E' UN ALTRO TRUCCO
LO STUDIO ROTTAME DELL'ISTITUTO TUMORI DI MILANO SUL FUMO PASSIVO SMANTELLATO!

ALTRE INFORMAZIONI PERTINENTI

IN INGLESE

TUTTI GLI STUDI SUL FUMO PASSIVO: ECCO COME SEI TRUFFATO DALLA “SALUTE PUBBLICA” - 26 Giugno 2004 - Siamo lieti di presentare ai nostri lettori in anteprima l’estratto di una nuova pubblicazione prodotta da FORCES International, che sarà presto circolata nel mondo anglosassone. Questa pubblicazione metterà davvero la parola “fine” alla diatriba sul fumo passivo, perché dimostrerà conclusivaqmente, passo per passo e in un linguaggio estremamente semplice ed accessibile a tutti, l’incredibile truffa usata per trasformare un non-pericolo in una “epidemia” e in un fenomeno di isterismo collettivo, mentre manterrà un estremo rigore scientifico.

INTERVISTA CON IL DR. KABAT - Abbiamo trascritto e tradotto l’intervista al Dr. Kabat, epidemiologo di grande statura internazionale e co-autore del più grande e lungo (in termini di ampiezza del periodo d'osservazione) studio della storia sul fumo passivo (vedi sotto). Tale enorme studio non trovò alcuna correlazione tra fumo passivo e malattie cariovascolari o cancro polmonare, ma solo una trascurabile elevazione di rischio per ostruzione polmonare cronica. Durante il colloquio, l’intervistatrice canadese ha messo in risalto la vera ragione per cui, di fronte ad una più che schiacciante evidenza statistica che il fumo passivo non è nocivo (che invece viene presentata da truffatori istituzionalizzati come l’esatto opposto) si continua a proibire il fumo in pubblico sulla base della sua “nocività”. Intervistatrice:Giusto… se lei ha ragione, sembra che al momento, perlomeno, la gente non voglia ascoltare ciò che lei le sta dicendo”. Kabat: “Senta, penso lei ci abbia centrato in pieno”.

SMASCHERATI ANCORA UNA VOLTA
NUOVO, ENORME STUDIO DURATO 40 ANNI, 118.000 PERSONE ESAMINATE,  CONFERMA: "NESSUNA ASSOCIAZIONE CON CANCRO POLMONARE O MALATTIE CARDIOVASCOLARI"

 

CORSO RAPIDO PER PRINCIPIANTI

 


ALTRI SCARICABILI E INTERESSANTI

Enorme studio tedesco su fumo passivo, cancro e malattie cardiovascolari dice: >NESSUN COLLEGAMENTO< - 18 Aprile 2003 - Totalmente ignorato dalle gang della “salute pubblica” internazionale, questo enorme studio (pubblicato dall'American Journal of Epidemiology da pochi mesi e ignorato così bene da tutti che inizialmente era sfuggito persino a noi) copre un arco di ben 37 anni, durante i quali migliaia di attendenti di volo di aerolinee tedesche sono stati seguiti alla ricerca del cancro. Visita la sezione Fumo Passivo di "The Evidence" per scaricare questo studio --  ed il resto dell'enorme evidenza scientifica sulla truffa del fumo passivo! In alternativa, clicca qui.

IMPORTANTE STUDIO AFFERMA CHE L'ARIA DEGLI AEREI È PERICOLOSA - Oh-oh! Ma non era il fumo passivo? - 17 Dicembre 2001 - Washington - "La qualità dell'aria a bordo degli aerei può essere pericolosa per i passeggeri. Ha affermato ieri la National Academy of Sciences, richiedendo un ambizioso programma di controllo che potrebbe condurre a regolamenti federali più severi" … "Il comitato di 13 membri ha affermato che aree di preoccupazione per i passeggeri e membri dell'equipaggio includono la pressione dell'abitacolo, l'ozono ed i livelli di ossido di carbonio, pesticidi e vapori dei motori, fluidi idraulici e liquido antigelo…"

Molto interessante. Da quando i diritti dei fumatori sono stati violati a bordo degli aerei, però, i sistemi di ventilazione sono stati tenuti molto bassi per risparmiare carburante, e tali risparmi sono la vera ragione per cui le aereolinee hanno abbracciato il proibizionismo sul fumo. Dopo quasi dieci anni di proibizione, scopriamo che l'eliminazione del fumo sugli aerei non ha migliorato la qualità dell'aria e che, anzi, essa è peggiore che mai. La realtà è che il fumo rende più evidente il bisogno di un cambio d'aria, e quindi crea un ambiente migliore, e ciò non si applica solo agli aerei: batteri, virus, e gas nocivi, infatti, sono inodori, insapori, e inevitabilmente si accumulano in ogni ambiente quando c'è poca circolazione d'aria. Il fumo di sigaretta diventa quindi un indicatore che ci dice che è tempo di cambiare l'aria.

La presenza di ossido di carbonio e di particelle solide in cabina fu (naturalmente!) attribuita al fumo passivo nel passato, sebbene un aereo commerciale moderno emetta l'equivalente di sette milioni di sigarette in particelle solide inquinanti ad ogni decollo, parte delle quali sono trovano il  modo di entrare in cabina! Le ridicolmente basse quantità di inquinanti del fumo passivo sono ben documentate nel più grande studio mai condotto sulla qualità dell'aria a bordo degli aerei. Ora si scopre che la situazione in realtà non è migliorata. Basta! Vogliamo indietro le sezioni fumatori, e vogliamo i truffatori antifumo in galera perché la truffa sul fumo passivo è stata ancora una volta dimostrata dai fatti - come se ce ne fosse ancora bisogno!

Truffa antifumo: prove alla mano! CONDIZIONI AMBIENTALI SUGLI AEREI PASSEGGERI: MISURAZIONI DEGLI INQUINANTI, RISCHI SANITARI, E OPZIONI MITIGANTI - Questo enorme studio del Dipartimento dei Trasporti americano (opportunamente insabbiato dal 1989) dimostra tramite misurazione diretta (nessuna statistica) che le radiazioni cosmiche sugli aerei sono 507 volte più pericolose del fumo passivo. Però ci è appena stato detto che le radiazioni cosmiche non rappresentano un pericolo per passeggeri e personale. Ma sugli aerei non si può fumare per i "pericoli" del fumo passivo... Spedito ai media, al parlamento, e al senato italiano il giorno 21 Marzo 2001.

ALLARME INFONDATO SULL'ULTIMO STUDIO SUL FUMO PASSIVO: E' SOLO LA SOLITA PROPAGANDA - I ricercatori di FORCES si sono subito messi alla caccia del non specificato studio. Trovatolo, esso  è stato trasmesso agli scienziati che collaborano con FORCES International, e ne sono risultati i commenti all'interno. Comunicato stampa di FORCES Italiana, 15 Marzo 2001. Spedito ai media, al parlamento, e al senato italiano nella stessa data.

Truffa antifumo: prove alla mano!STUDIO MULTICENTRICO DI CASI-CONTROLLO IN EUROPA SUGLI EFFETTI DELL'ESPOSIZIONE AL FUMO PASSIVO IN RELAZIONE AL CANCRO DEL POLMONE - Commissionato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità - Clicca qui per la traduzione dell'estratto in italiano. Spedito ai media, al parlamento, e al senato italiano il giorno 5 Marzo 2001.

Truffa antifumo: prove alla mano!LA SENTENZA INTEGRALE DELLA CORTE FEDERALE AMERICANA SULLA TRUFFA DELL'ENVIRONMENTAL PROTECTION AGENCY SUL FUMO PASSIVO Spedito ai media, al parlamento, e al senato italiano il giorno 19 Febbraio 2001.

LA LETTERA DI FORCES AI MEDIA E AI PARLAMENTARI ITALIANI - 8 Settembre 2000

LA LETTERA DI FORCES AI MEDIA E AI PARLAMENTARI ITALIANI - 21 Agosto 2000

 
 


Chi siamo
Il Comitato d'Onore
Domande frequenti (FAQ)
La piattaforma politica
Aiutaci a lottare
Sedi locali e siti affiliati

MOTORE DI RICERCA INTERNO

Abbonamenti e contatti

Contattaci
Diventa socio
Abbonamento FORCES/Enclave
Come sarà speso il tuo denaro
Clicca qui per ricevere
la newsletter gratuita
Materiali promozionali

Gli opinionisti

Alberto Mingardi
Carlo Stagnaro
Hugh High
Pierre Lemieux
Gian Turci
Il tabacchino - T. Rea

Le librerie

La libreria Italiana
La libreria internazionale

Archivi e altro

Archivio edizioni
Links
Rassegna stampa